Tang Garden: ingegneri al servizio dell’Imperatore

La Dinastia Tang (618-907) viene considerata la responsabile dell’inizio dell’epoca d’oro dei classici giardini Cinesi. L’Imperatore Xuanzong ordinò la realizzazione di un magnifico giardino imperiale, il Giardino del Maestoso Lago Limpido, vicino a Xi’an dove visse con la sua celebre consorte Yang Guifei.

Avete mai sognato di poter realizzare il vostro giardino e arricchirlo con fantastiche decorazioni per renderlo agli occhi del visitatore un’opera d’arte? Magari uno dai tratti orientaleggianti?
Si? Allora diverrete certamente fan sfegatati del gioco che stiamo per presentarvi: “TANG GARDEN”.


Tang Garden è un gioco da tavolo gestionale realizzato da Francesco Testini e Pierluca Zizzi, con illustrazioni di Mateusz Mizak  ed edito dalla ThunderGryph Games. In Italia è stato localizzato dalla GateOnGames e distribuito da Dungeondice.it.
Per 1-4 giocatori dai 14 anni in su ha una durata stimata di circa 40’/60’. È un gioco in stile Zen nel quale i giocatori, abili ingegneri al servizio dell’Imperatore, dovranno realizzare un giardino che sia in grado di bilanciare esteticamente elementi rocciosi, acquatici e di vegetazione. Padiglioni, ponti, fiori di loto, peonie, pesci ed uccellini sono tutti gli elementi che potrete aggiungere al giardino per renderlo spettacolare (e ovviamente cercare di conquistare la vittoria).

- Componenti di gioco -
Nella rigida scatola quadrata del gioco oltre ad un regolamento di sole 12 pagine troviamo i seguenti componenti di gioco:

  • la Plancia Giardino;
  • la Tessera iniziale;
  • 60 Tessere Giardino;
  • 54 Carte Decorazione;
  • 60 Monete;
  • 20 Tessere Lanterna di cui 4 per la modalità in solitaria;
  • 4 Plance Giocatore;
  • 12 Carte Personaggio;
  • 12 Miniature Personaggio;
  • 20 Tessere Paesaggio (12 Grandi e 8 Piccole);
  • 8 Segnalini Paesaggio Grande e 8 Segnalini Paesaggio Piccolo;
  • 36 Decorazioni (6 Padiglioni, 4 Ponti, 10 Alberi, 4 Pesci, 4 Uccellini, 4 Loti, 4 Peonie);
  • 12 Cubetti (4 per ciascun colore blu, giallo e verde);
  • 4 Segnalini Personaggio;
  • 1 Segnalino Ingegnere (indica il Primo Giocatore).

- Panoramica di gioco -
Il set-up del gioco è abbastanza veloce: si posiziona la plancia giardino con al centro la tessera iniziale; agli angoli del tabellone si piazzano le 60 tessere giardino suddivise per tipologia e si rivela la prima tessera di ogni pila; si mescolano le 54 carte decorazione e si posizionano coperte di fianco la plancia di gioco insieme con le 36 decorazioni, le tessere paesaggio grande e piccolo, le carte personaggio rimanenti dalla distribuzione iniziale con le rispettive miniature e i 4 segnalini personaggio; ad ogni giocatore è assegnata una propria plancia con i tre cubetti colorati, 4 tessere lanterna e un carta personaggio con la relativa miniatura su di essa ad indicare che l’abilità del personaggio è attiva; infine si piazzano 4 tessere paesaggio piccolo, una per ciascun lato della plancia nello slot centrale e si posizionano i segnalini paesaggio piccolo e grande seguendo lo schema indicato sul regolamento: a questo punto si può dar inizio alla propria abilità di decoratore di giardini.

Il gioco procede in senso orario a partire dal primo giocatore. In ciascun turno viene svolta un’azione principale (obbligatoria) e tre azioni opzionali. L’azione principale può essere:

  1. Costruzione del giardino: il giocatore sceglie quale tessera giocare tra quelle rivelate su una delle 4 pile agli angoli della plancia e la posiziona su uno spazio disponibile del tabellone rispettando le regole di piazzamento (le tipologie di terreno presenti sui lati della tessera appena posizionata devono corrispondere alle tipologie di terreno su ogni lato delle tessere adiacenti). Quest’azione fa ottenere al giocatore una serie di ricompense cumulabili tra loro (avanzamento sul tracciato degli elementi della propria plancia giocatore, ottenere monete per ogni lato sentiero adiacente ad un lato sentiero di una tessera già presente sulla plancia giardino). Ci sono inoltre alcune tessere speciali che assegnano ricompense particolari e non seguono le regole di piazzamento delle altre tessere (Hehua Ting, Hua Ting e Simian Ting). Se la tessera è piazzata in uno spazio contenente un segnalino paesaggio piccolo o grande, il giocatore attivo potrà scegliere tra le tessere paesaggio rivelate quale posizionare in una delle fessure presenti sui quattro lati della plancia giardino (le fessure interne contengono tessere paesaggio piccolo mentre quelle esterne le tessere paesaggio grande).
  2. Posizionare una decorazione: il giocatore attivo pesca due carte decorazione dalla relativa pila più una carta addizionale per ciascuna tessera giardino coperta in cima alle quattro pile ai vertici della plancia; sceglie quale carta decorazione giocare e la posiziona davanti a sé insieme alle eventuali altre carte decorazione giocate precedentemente, ne applica gli effetti e poi scarta le carte decorazione non scelte.

Le potenziali Azioni facoltative sono tre:

  1. Ottenere un personaggio: ogni giocatore inizia la partita con un personaggio attivo di cui può ottenere l’abilità nel corso del proprio turno. Per ottenere un nuovo personaggio il giocatore deve riuscire a far avanzare i suoi tre cubetti sulla propria plancia fino a raggiungere o superare la soglia richiesta indicata dalle icone personaggio. Una volta ottenuto il nuovo personaggio (che può scegliere tra i due rivelati o pescando la prima carta coperta dal mazzo personaggi) deve posizionare una delle proprie miniature personaggio (anche quella appena ottenuta) su un’area personaggio libera sulla plancia giardino, dopodiché la orienta verso uno dei quattro lati del giardino. Al termine della partita ogni personaggio presente sulla plancia giardino fa guadagnare al giocatore che ne possiede la carta tante monete quante indicate dalla preferenza di visuale di ciascun personaggio.
  2. Usare una lanterna: una volta per turno il giocatore attivo può utilizzare l’abilità speciale attribuita dalle sue 4 tessere lanterna (posizionare due tessere giardino o decorazione, spostare o riorientare uno dei propri personaggi, scegliere una carta personaggio o una tessera paesaggio tra quelle non rivelate).
  3. Ripristinare una lanterna: il giocatore attivo può scartare tre segnalini paesaggio della stessa tipologia per ripristinare una tessera lanterna precedentemente utilizzata (in partite con due giocatori i segnalini da scartare sono quattro e non tre).

Quando rimangono tre o meno segnalini paesaggio sulla plancia giardino oppure quando una delle quattro pile di tessere giardino agli angoli della plancia è esaurita, la partita termina dopo che tutti i giocatori abbiano svolto il proprio turno (l’ultimo giocatore a giocare è quello a destra del giocatore in possesso del segnalino ingegnere). A questo punto ciascun giocatore conta le monete ottenute nel corso della partita e somma le monete ottenute dalle carte decorazione e dai personaggi. Il giocatore con il maggior numero di monete è il vincitore.

Tang Garden ha anche una variante in solitaria denominata “Yin & Yang”: l’obiettivo è quello di completare la parte centrale della plancia giardino costituita dai 28 spazi intorno alla tessera iniziale. Non si ottengono le carte decorazione, non si utilizzano le plance giocatore e neanche le abilità dei personaggi. Qualora non sia possibile effettuare alcuna mossa o una pila di tessere giardino si esaurisce e non è possibile proseguire il gioco neanche utilizzando una tessera lanterna solitaria, la partita termina con una sconfitta.

- Giudizio finale -
Cosa colpisce immediatamente di Tang Garden? Ovviamente il “volume” che i componenti creano sul tabellone: tanti e coloratissimi elementi tutti 3D che risaltano sul piano di gioco e danno l’impressione che il gioco stia prendendo vita. Il gioco, così come è stato ideato, trasuda senso estetico ed è un piacere da guardare, così come lo è (per chi apprezza di queste cose) defustellare così tanti elementi cartonati che lo compongono e vederli prendere forma durante la fase di assemblaggio.

Abbiamo però riscontrato un piccolo neo durante la partita, dopo che di decorazioni e miniature ne avevamo già piazzate un bel pò, ossia la “scarsa visibilità” che si ottiene proprio dal piazzamento degli elementi 3D, che una volta sistemati coprono le tessere su cui sono poggiati e quelle alla indiretta vista dei giocatori a seconda di quale angolo essi siano seduti; dopo un pò, avendo notato questo problema e essendoci resi conto che ci toccava alzarci per valutare al meglio la mossa successiva, quegli elementi che all’inizio ci hanno stupiti e rapiti, sono sembrati un pò “troppo”, un pò troppo grandi, un pò troppo scomodi, ma ci rendiamo conto che non avrebbero lo stesso impatto visivo se fossero stati fatti in modo diverso.

Altro “neo” che potrebbe rendere difficoltose le prime partite per quei giocatori  un pò più indecisi: ci sono molti, moltissimi modi e strategie per poter accumulare punti in questo gioco, dal piazzamento delle tessere che per tipo combaciano con il proprio personaggio iniziale e danno subito monete extra (quindi punti), all’utilizzo degli altri personaggi che piazzati in modo adeguato e con i giusti elementi possono regalare davvero tanti punti, all’utilizzo delle combinazioni tra decorazioni che anche assicurano un cospicuo numero di punti. Il rischio, di fronte a tanta varietà, è di finire in paralisi da analisi, non riuscendo a concretizzare subito una strategia longeva che vi accompagni fino a fine partita e verso la vittoria. Cruciale, secondo noi, è studiare insieme le caratteristiche di ogni personaggio e decorazione, in modo da avere le idee molto chiare sulle mosse da mettere in atto. In sostanza, essendo a noi piaciuto in ogni caso moltissimo al di là che per estetica, anche per meccanismo e per l’idea in sé, consigliamo vivamente di provarlo, e avendo anche già attualmente in commercio molteplici espansioni, la varietà è garantita.

Inoltre, sul sito della ThunderGryph Games, nella sezione dedicata a Tang Garden, ogni mese viene rivelato un nuovo scenario previa iscrizione al sito stesso.

Vi lasciamo il link della pagina Gaeta Games dove potrete trovare altre recensioni e contenuti sul mondo dei board games, lasciate un like, un commento, passate parola ai vostri amici, a voi non costa niente ma per noi è molto importante!!
https://www.facebook.com/GaetaGames/

Riepilogo:
Categoria
: Gioco da tavolo gestionale
Anno: 2020
Età: 14+
Giocatori: 1-4
Durata: 40’-60’
Autori: Francesco Testini – Pierluca Zizzi
Illustratore: Matthew Mizak
Editori: ThunderGryph Games (ESP) – CMON Limited (USA) – GateOnGames (ITA) – Lotus Frog Games (KOR)
Lingua: nessun uso di testo nel gioco – indipendente dalla lingua
Meccanica: Collezione set – Gestione dei poteri variabili dei giocatori – Card drafting – Piazzamento tessere – Gioco solitario
Complessità: ●●●○○

- Consigli per gli acquisti -
Il gioco può essere acquistato sui seguenti e-commerce:
Amazon
Uplay.it

Loghi Comune di Gaeta - Regione Lazio - Provincia di Latina

Diventa anche tu un fan di GaetaGames